• UTOPIA umana

    Ricerca dell’Amore incondizionato, del Paradiso Terrestre altro non è, forse, che inseguire la sensazione, l’imprinting che ci è rimasto del quando eravamo, infanti, tra le braccia della mamma, al calduccio, protetti, rassicurati… MA questo è UTOPIA e, come tale, ci mantiene nel senso della “mancanza” con connessa sofferenza e continue frustrazioni che ci provengono dall’Esterno

  • LA MALEDIZIONE DEL GIUDICE INTERIORE

    Ho già pubblicato un Post, con lo stesso titolo, in cui trascrivevo una Poesia, riportata da J. Bucay (“Lascia che ti racconti”) che si è ispirato a Leo Both, in cui trovavo ben espresso e poeticamente, il dramma della lotta che conduciamo per liberarci dall’oppressione del Giudice interiore e della responsabilità che ci fa carico

  • FOLLIA

    Ho trovato nella letteratura psicologica persone che avevano paura di divenire folli e non mi toccava. Un po’ di tempo fa, invece, l’ho sentita questa paura, come se mi sentissi sull’orlo della follia  latente sotto la punta dell’iceberg (connessa alla ferita del non amore che tutti abbiamo e di cui ho scritto nell’articolo «Le onnipresenti

  • QUALE PSICOLOGIA ???

    Inizio dalla preistoria, immaginando il terrore dei ‘primitivi’ a fronte di tuoni e fulmini, che li portava a rincantucciarsi nel fondo di una caverna, ‘inventando’ gli Dei cui chiedere protezione ed esorcizzare, in un qualche modo, il loro terrore. Erano di fronte al “Mistero” della Natura, di cui nulla sapevano. Poi, è arrivata la Scienza,

  • LA TRASCENDENZA

    L’essere umano aspira a qualcosa di grande (da cui la distorsione in smania di Potere, grandezza) e non trovandolo, non sapendo dove cercare, si chiede sul senso delle Vita per finire pessimisticamente nel nichilismo. Proietta sull’esterno il qualcosa di grande che, invece, sta al suo interno ed è l’aspirazione alla Trascendenza, la quale, sostiene E.

  • TRASCENDERE L’EGO

    Ho già riportato in altro articolo (“L’Ego, pro e contro”) sull’opportunità di trascendere l’Ego. Osho affermava che i più diversi Maestri possono aver percorso le più varie vie, ma tutti sono arrivati allo stesso risultato: trascendere l’Ego. Nell’articolo citato ho riportato un altro brano di Osho che scrive che tutti gli Illuminati “sono d’accordo su

  • L’EGO, PRO E CONTRO

    Ma perché, mi chiedo, l’Ego è così pervasivo e totalizzante negli esseri umani se, poi, lo paghiamo con tanto stress, per l’intenso impegno che ci assumiamo, e mal-essere, a seguito di frustrazioni, insuccessi, fallimenti??? L’Ego è sostenuto e rinforzato dall’energia rossa e vitale della rabbia repressa ed è incredibile la quantità di cose che uno

  • QUALE VERITÀ???

    Leggo di filosofi, teologi, psicologi alla ricerca della “verità” e così pure ci sono frasi correnti come ad esempio “la verità rende liberi” e persone che affermano di essere nella loro “verità”. Non ultimo Papa Francesco l’11/9/17 ha twittato “la carità aiuta a comprendere la verità e la verità esige gesti di carità” e Jung

  • I NOSTRI MOLOCH

    Insomma i nostri due Moloch (che domandano o richiedono un sacrificio assai costoso) sono costituiti da: dipendenza, pervasiva e totalizzante (per imprinting infantile; inconscio collettivo; Specie; ‘prescrizioni’ del Giudice interiore) da cui è estremamente difficile uscire, affrancarsi, in una ricerca di libertà e autonomia che ci faccia essere padroni della nostra Vita, completi in noi

  • IL CARATTERE DI UN POPOLO dal WATER-CLOSET

    Gli storiografi si affaccendano dietro le vicende umane, quando oggetti di uso generalizzato possono molto più sinteticamente rappresentare il carattere di un popolo. Prendo ad esempio il water-closet e, in primis quello tedesco. Ora, va per la maggiore che i tedeschi sono un popolo con ottime capacità di precisione, analisi, rigore, accuratezza e se contempliamo